Una passeggiata didattica è una camminata in natura alla scoperta dei contenuti culturali del territorio. Non bighelloniamo, ma neanche ci prendiamo troppo sul serio. Ci muoviamo con curiosità cercando di decriptare i messaggi che ci invia la natura. Ci prendiamo il tempo di fotografare o disegnare, di chiacchierare e giocare, di scoprire quel che c'è da scoprire.

Passeggiate didattiche in natura

La notte del Moro

La notte è una dimensione insolita, soprattutto quando si lascia un borgo appenninico per addentrarsi tra antichi castagneti e foreste o per raggiungere un fiume e il suo antico mulino. Tutto questo può accadere sulle tracce di un bandito, il Moro, divenuto famoso per i suoi burrascosi rapporti con l'Ariosto, poeta e governatore della Garfagnana del '500. Il ritrovo è fissato a Sillico (Pieve Fosciana, Lucca, Toscana) e da lì inizia l'avventura!

A piedi lungo il Fiume Serchio

L'occasione per scoprire territorio lucchese muovendosi attraverso una direttrice inusuale, nelle terre di incontro tra il fiume e l'uomo, ma anche tra quelli che furono stati distinti. Raggiunta Ripafratta (PI) in treno, si scoprono il fiume, il suo ecosistema e il lavoro dell'uomo, percorrendone gli argini, scendendo nell'alveo e, se vogliamo, divagando nelle campagne che lo circondano. Si raggiunge, al termine della giornata didattica, la città di Lucca.

L'Appennino Tosco - Emiliano, luogo di convivenza, incontro e scontro tra uomo e natura, nella sua forma più autentica, tra foreste di faggio e abetine volute dall'uomo, praterie di crinale e un buon pranzo alla mensa di Mascia, presso il Rifugio Segheria dell'Abetina Reale. La giornata didattica inizia e finisce al Casone di Profecchia (Garfagnana, Lucca).

A pranzo da Mascia

Circa 150 anni fa l'Architetto Nottolini aiutò Lucca a dotarsi di un acquedotto oggi considerato monumentale. Oggi possiamo seguirlo per scoprire le altrettanto monumentali opere di captazione e riflettere sulla tutela del paesaggio e del territorio. Ma possiamo anche salire sulle colline da cui scaturisce l'acqua, scoprire i borghi, le ville e le campagne che caratterizzano la frontiera sud della piana di Lucca. Si parte e si arriva dalla stazione ferroviaria di Lucca.

D'acque, di borghi e di ville

Garfagnana insolita

La Garfagnana se ne sta incastonata tra l'Appennino Tosco - Emiliano e le Alpi Apuane, ricca di natura e di storia. Una storia che passa per i gesti semplici dell'uomo, che mette insieme fortezze e metati (gli essiccatoi per le castagne), storie di orsi da menare (condurre) al cospetto del Duca e di generazioni salvate dall'albero del pane (il castagno). C'è un modo di scoprirla che a me piace più di altri: andando di paese in paese, di strada in strada, dove quasi sempre i turisti non vanno. E' la mia Garfagnana insolita che si percorre partendo dalla stazione ferroviaria di Piazza al Serchio (Garfagnana, Lucca).

Lucca, città antica e ricca di fascino, è circondata da campagne bellissime, ricche di natura e, soprattutto, testimoni di una plurimillenaria attività umana. La bicicletta può portarci alla scoperta di corti (insediamenti abitativi tradizionali), campi coltivati, opere idrauliche e piccoli tesori che i più non conoscono. Si parte dalle mura della città in prossimità delle quali è possibile noleggiare una bicicletta, se non se ne ha una propria.

I dintorni di Lucca in sella ad una bicicletta

C'è una terra che nel '500 ha ospitato un bandito, il Moro, divenuto famoso per i suoi burrascosi rapporti con l'Ariosto, poeta e governatore della Garfagnana. Proprio dove questo oscuro personaggio deve essersi mosso, talora furtivamente, talora con gran spavalderia, una rete di sentieri ci porta alla scoperta di borghi, poderi, castagneti e metati (tradizionali essiccatoi per le castagne). Il ritrovo è fissato a Sillico (Pieve Fosciana, Lucca, Toscana) e da lì inizia la nostra giornata didattica.

Sulle tracce del Moro

Alla scoperta de "La Pietra"

La spettacolare rupe che sembra aver suggerito molte cose al Divino Dante, la Pietra di Bismantova, si offre alla scoperta ad occhi attenti. La geologia e la botanica, il paesaggio e l'avventura della notte in tenda, sono tutti ingredienti capaci di caratterizzare le due giornate alla scoperta dei suoi segreti.

© 2017 by Emilio Bertoncini
Created with Wix.com

Emilio Bertoncini

Via Lungo Contesora Trav. 1 4/a 55100 Lucca (Italy)

Tel e WhatsApp: +39 3477016556  -  e-mail: info@emiliobertoncini.com

CF BRTMLE69S21E715U - P. IVA 01924410465

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now